La CiviltÓ cattolica, Volume 4; Volumes 9-11

Front Cover
CiviltÓ Cattolica, 1861 - 23 pages
1 Review
Reviews aren't verified, but Google checks for and removes fake content when it's identified

From inside the book

What people are saying - Write a review

Reviews aren't verified, but Google checks for and removes fake content when it's identified
User Review - Flag as inappropriate

controllare anche i libri di civiltÓ cattolica presenti nella bibliotaca di casa

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 177 - Priami cantabo et nobile bellum". .quid dignum tanto feret hic promissor hiatu? parturiunt montes, nascetur ridiculus mus. quanto rectius hic, qui nil molitur inepte: 140 „dic mihi, Musa, virum, captae post tempora Troiae qui mores hominum multorum vidit et urbes".
Page 477 - Quel ch'io vi debbo, posso di parole pagare in parte, e d'opera d'inchiostro; nÚ che poco io vi dia da imputar sono; che quanto io posso dar, tutto vi dono. Voi sentirete fra i pi¨ degni eroi, che nominar con laude m'apparecchio, ricordar quel Ruggier, che fu di voi e de' vostri avi illustri il ceppo vecchio.
Page 699 - Re ed agli altri sovrani, che sono stabilite dalle consuetudini. I cardinali di Santa madre Chiesa conservano il titolo di principi e le onorificenze relative. Art. 2. Il governo di SM il Re d'Italia assume l'impegno di non frapporre ostacolo in veruna occasione agli atti che il Sommo Pontefice esercita per diritto divino come capo della Chiesa, e per diritto canonico come patriarca d'Occidente e primate d'Italia. Art. 3. Lo stesso governo riconosce nel Sommo Pontefice il diritto d'inviare i suoi...
Page 363 - Pontefice (il) e le armi temporali a difesa dello spirituale come pretende la CiviltÓ Cattolica di Roma, lettere politico-morali di un parroco piemontese ad un monsignore romano.
Page 449 - Date a Cesare quel che Ŕ di Cesare, a Dio quel che Ŕ di Dio ╗, e che queste parole non potessero essere giÓ cancellate nella memoria dei fedeli.
Page 700 - PotrÓ parimenti convocare, nei luoghi e nei modi che crederÓ opportuni i concilii ei sinodi ecclesiastici. Art. 5. I vescovi nelle loro diocesi ei parrochi nelle loro parrocchie saranno indipendenti da ogni ingerenza governativa nell'esercizio del loro ministero.
Page 372 - Ma ogni volta che s'incontra sul vostro passaggio la figura grottesca, ipocrita, dissimulata, d'un figlio del Sanfedismo e dell'Inquisizione, voi dovete scacciarla come cosa schifosa, appestata ! Voi dovete far sparire dalla luce del sole...
Page 690 - VS illustrissima non lo ignora per certo, che in altre occasioni analoghe a quella in cui ci troviamo, SM si Ŕ personalmente indirizzata al Papa, e, o non ne ha ricevuto risposta, o ne ha ricevuto di tal genere da recare offesa alla dignitÓ regia. Non era dunque possibile dopo tali precedenti esporre a nuovo pericolo di offesa il decoro del nostro sovrano. ╚ sembrato di pi¨ al governo del re che in una occasione in cui rispettosamente si rivolge la parola al Sommo Pontefice a nome della nazione...
Page 278 - ... che il pontefice romano senza il patrimonio della Chiesa non sarebbe che un servitore dei re e dei principi...
Page 216 - La Compagnia del Mantellaccio, componimento del secolo XV citato dagli accademici della Crusca. Riproduzione a fac-simile della prima stampa con il catalogo delle edizioni conosciute, a cura di R.

Bibliographic information